Press "Enter" to skip to content

Come Scegliere il Mutuo Giusto

Quando arriva il momento di acquistare una casa, scegliere tra un mutuo a tasso fisso o tasso variabile può essere complicato. Ecco sette consigli per scegliere la migliore soluzione per te.

Se si procede all’acquisto della casa servendosi di un’agenzia immobiliare, prima di sottoscrivere il preliminare di vendita è consigliabile richiedere all’agente che segue la pratica di inserire una clausola che indichi che la proposta d’acquisto è vincolata all’accettazione del mutuo da parte dell’istituto di credito. In questo modo, nel caso in cui la richiesta di mutuo venga negata, non si perde l’acconto versato all’agenzia immobiliare.

Per decidere se stipulare un mutuo a tasso fisso o a tasso variabile, è opportuno chiedere la consulenza di un professionista. La convenienza di una tra le due soluzioni, infatti, dipende dall’andamento dei tassi di interesse e dalle esigenze di ogni singolo mutuatario. Per stabilire quale tipo di mutuo sia il più adatto alla propria situazione personale bisogna tener conto del valore dell’immobile che si sta acquistando e del reddito attuale e presumibile per gli anni a venire valutando la possibile futura situazione lavorativa sia personale che familiare.
In linea di massima, il mutuo a tasso fisso è consigliabile per chi accende un mutuo per lunghi periodi. Al contrario, il mutuo a tasso variabile risulta essere l’opzione più conveniente per il breve periodo.

Assicurarsi che la data del rogito sia concordante con quella dell’erogazione del mutuo, che solitamente avviene dopo quaranta o cinquanta giorni dal momento di accettazione della richiesta da parte dell’istituto di credito.

Al momento di concordare l’entità della rata del mutuo è opportuno calcolare non solo la possibilità di estinguere la cifra prevista per le rate mensili, ma pensare anche alle possibili spese ed imprevisti che si potrebbero dover affrontare nel corso degli anni.

Prima di richiedere e stipulare il mutuo informarsi sulla possibilità di ottenere eventuali contributi a fondo perduto, incentivi sulla famiglia, agevolazioni sulla prima casa.

Per scegliere il mutuo più adatto alle proprie esigenze è opportuno confrontare diversi preventivi di mutuo rilasciato da differenti banche o istituti di credito. Le cifre applicate, così come l’entità delle rate e la loro durata, possono variare notevolmente da un istituto all’altro, in quanto i parametri dei quali si tiene conto durante il calcolo potrebbero non essere gli stessi. Per richiedere un preventivo di mutuo è sufficiente collegarsi ai siti degli istituti di credito ai quali si è interessati, nei quali è presente un apposito form nel quale viene chiesto di inserire tutte le informazioni necessarie perché la banca possa decidere o meno di concordare il mutuo. Nel giro di pochi secondi si può conoscere l’entità delle rate e la durata del mutuo.

Molto interessante.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *