Press "Enter" to skip to content

Come Scegliere un MBA

a decisione di impegnare due anni della propria vita, insieme ad un notevole investimento economico, in un Master in Business Administration richiede quantomeno un’attenta analisi dei pro e dei contro. La prima e più importante decisione da prendere è quale Business School frequentare. Con migliaia di scuole sparse per il mondo la decisione non è semplice.

In base a quali criteri scegliere?
Prima di iscriversi ad un MBA è necessario avere una prospettiva su tutte le possibilità e compiere una selezione in base a criteri oggettivi e soggettivi. Nell’ambito dei criteri oggettivi grande importanza hanno le seguenti caratteristiche:

Prestigio dell’ente organizzatore:
deve essere conosciuto e deve godere di un’ottima reputazione presso le aziende, possibilmente a livello internazionale. Il prestigio dipende da tutti gli elementi che costituiscono di un MBA, ognuno dei quali contribuisce per una piccola ma significativa parte.

Durata del corso
la durata di un MBA può variare da 6 mesi a 2 anni, normalmente in questo periodo è previsto anche un trimestre o due di stage presso un’azienda. Gli orari e la frequenza dei corsi sono vari, tanto da rispondere praticamente a tutte le esigenze.

Età media all’entrata
Può variare sensibilmente, per le scuole Inglesi o di paesi anglofoni è normalmente molto bassa, può invece facilmente raggiungere i 30 o 31 anni sul Continente Europeo. Alcune scuole organizzano MBA per Executive, il che innalza inevitabilmente l’età media all’entrata. Questo fattore risente inoltre del numero di anni di esperienza necessari per accedere al corso. E’ importante che i compagni di corso abbiano età ed esperienza simile alla tua.

Anni di esperienza necessari per entrare
Nonostante normalmente le scuole richiedano un periodo di lavoro di 2-3 anni, per entrare nelle migliori è spesso necessario avere una maggiore esperienza, che si aggira in media intorno ai 4-5 anni, ma che può arrivare anche a 6-7 anni.

Salario medio dopo il corso
E’ un elemento della valutazione importante: non sempre il prezzo del corso è infatti proporzionale alle aspettative di guadagno che si vengono a creare. Le scuole di buon livelo pubblicano questo tipo di dato insieme alla percentuale di studenti che hanno trovato lavoro entro i sei mesi dalla fine del corso, e lo fano con un certo orgoglio. E’ dunque lecito sospettate degli istituti che non mettono a disposizione queste informazioni.

Numero di application per corso
E’ un chiaro indice della validità e della convenienza del corso: molte application significano alta desiderabilità del corso (ma anche maggiore difficoltà d’entrata), che è sempre un aspetto positivo. Alcune scuole europee arrivano a ricevere fino a 10 application per posto disponibile, ma già scuole di ottimo livello hanno un rapporto di 4:1 (United Business Institute di Bruxelles) o 5:1 (Bocconi).

Percentuale di studenti stranieri
Indica chiaramente quanto è conosciuta la scuola all’estero, quindi anche quanto le aziende straniere apprezzino un Master in quella scuola. Una percentuale che garantisce la possibilità di una carriera all’estero si aggira intorno al 50-60%.

Città dove si tiene il corso
Non dimenticate che nel luogo dove si tiene il corso dovrai passare molto tempo, forse un anno, forse due, è quindi importante che il posto ti piaccia. I criteri di valutazione variano da persona a persona, ma spesso viene preferito un Master in una grande città piuttosto che in un piccolo centro, anche per le maggiori possibilità di contatti e di circolazione delle informazioni.

Prezzo del Master
Gli MBA partono da un prezzo intorno ai 20 milioni per arrivare a più di 100 per le maggiori Università inglesi e statunitensi. Attenzione: non sempre il prezzo del Master è proporzionale alla sua qualità, è quindi importante valutare tutti gli aspetti con pari peso, e non attribuire la scelta al solo elemento prezzo. Un buon metodo può essere quello di stabilire un budget e di segliere poi in base agli altri criteri tra tutti i corsi che rispettano quel budget.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *